Subscribe via RSS

Dimagrire con gli Spaghetti di Soia

Gli spaghetti  di soia sono un alimento tipico della cucina orientale, soprattutto quella cinese, giapponese e indonesiana. Solitamente, questi spaghetti, che sono molto diversi dagli normali spaghetti consumati nella cucina italiana, vengono serviti caldi o freddi come accompagnamento, al posto del pane, accanto a piatti a base di carne, pesce o verdura. Sono serviti anche come primo piatto, o aggiunti a minestre, insalate, ripieni di vario genere, in Cina infine vengono trasformati in polpette assieme al riso. Si preparano in pochi secondi e hanno qualche minuto di cottura sono gustosi, leggeri, ricchi di proprietà e poveri di grassi.

Per questo vi consigliamo la dieta degli Spaghetti di Soia, questo alimento infatti è molto gustoso, ma anche altamente leggero, basti pensare che sono necessari solo 70 g di spaghetti di soia per sentirsi sazi e non appesantiti. Inoltre dopo aver mangiato, non si avverte gonfiore di stomaco nè fastidio, come spesso accade con i carboidrati, mentre gli spaghetti di soia non provocano le fermentazioni intestinali. Gi spaghetti di soiasono adatti per chi vuole dimagrire, ma anche per chi è in sovrappeso e non vuole rinunciare al primo, oppure per chi soffre di gonfiori addominali e di malattie intestinali e allo stomaco, come la gastrite e il reflusso gastroesofageo.

Uno dei piatti migliori è quella degli spaghetti di soia al pesto, per prepararli vi basterà tritare un po’ di basilico e uno spicchio d’aglio, subito dopo amalgamate questi ingredienti a della ricotta, al parmigiano e ad un filo di olio d’oliva. Dopo che avete preparato questo impasto fate cuocere gli spaghetti di soia, toglieteli dal fuoco ancora al dente e mescolateli in una pentola con il pesto aggiungendo un cucchiaio dell’acqua di cottura e facendo mantecare.
Gli spaghetti di soia sono ottimi anche con un sugo all’arrabbiata. In una pentola fate soffriggere una cipolla e dell’aglio tritato, aggiungete poi polpa di pomodoro, aggiungete sale, basilico e fate cuocere a fuoco vivo. Subito dopo preparate gli spaghetti di soia, aggiungete abbondante peperoncino al sug0 e scolate gli spaghetti di soia. Gettateli poi nella pentola e mescolate bene. Spolverate poi il tutto con abbondante parmiggiano. Questo piatto sarà gustoso, ma anche povero di calorie! Una cosa ottima per il palato e per la linea!Se invece avete voglia di un assaggio d’oriente preparando gli spaghetti di soia nella sua ricetta originale, vi consigliamo gli Spaghetti di soia all’orientale. Per prepararli fate appassire nell’olio in una padella una cipolla e l’aglio. Tagliate a tocchetti un po’ di lonza e aggiungetela alle cipolle e all’aglio. Fatela rosolare bene, subito dopo aggiungete carote e zucchine tagliate alla julienne. Cuocete gli spaghetti di soia, gettateli nella pentola e sfumate con salsa di soia.

La Soia e le sue proprietà

La Soia è un alimento ricco di proprietà uniche e dal grande valore nutritivo. E’ infatti ottima per curare l’organismo e apporta grandissimi benefici. La soia, vero nome Glycine max, è una pianta erbacea che fa parte della famiglia delle Leguminose, è originaria dell’Asia orientale ed è consumata soprattutto in Cina e Giappone dove viene utilizzata per curare diversi disturbi. I nutrizionisti classificano la soia come un legume, ha un sapore simile ai fagioli e può essere mangiata come un legume appunto oppure utilizzare per preparare gli spaghetti di soia.

La soia ha grandi proprietà per il benessere del corpo ed è composta al 44% da proteine. Questo alimento contiene una grande quantità di isoflavoni come la genisteina e la daizeina, detti anche fitoestrogeni. Questi ultimi hanno la capacità di proteggere efficacemente gli uomini dal carcinoma della prostata e le donne dalle malattie legate alla produzione di estrogeni quali il carcinoma della mammella, l’endometriosi, la mastopatia fibrocistica, i fibromi dell’utero ed i disturbi della menopausa. Infine gli isoflavoni della soia agiscono come gli estrogeni, gli ormoni femminile, riequilibrando sia le condizioni di eccesso di estrogeni, ad esempio durante la sindrome premestruale, sia di carenza di estrogeni, in periodi come la menopausa, riportando gli ormoni ai loro livelli corretti.

Dunque la soia può essere un’ottima alternativa agli ormoni di sintesi, che molto spesso vengono usati per combattere  i problemi che si verificano in menopausa, hanno però degli effetti collaterali molto spiacevoli che invece sono del tutto assenti nei fitoestrogeni che si trovano nella soia. Consumare spaghetti di soia dunque può aiutare a combattere i disturbi ormonali.

Ricerche frequenti: