Subscribe via RSS

I farmaci che fanno ingrassare e influenzano l’appetito

Sono tanti i farmaci che fanno ingrassare. Spesso, per questioni di salute, si è obbligati a seguire una terapia e spiacevoli chili di troppo sono il risultato. A volte succede anche con alcuni integratori alimentari, che inducono il senso di fame e danno energia. È importante imparare a riconoscerli ed essere consapevoli di quello che si sta assumendo.

Attenzione la salute deve sempre essere messa al primo posto: non preoccupatevi quindi della forma fisica e dei chiletti in più, abbiate solo la misura della vostra terapia. Tra i farmaci ingrassanti, ci sono per esempio alcuni antidepressivi. Tra i più noti i prodotti a base di amitriptilina, ma anche il Prozac. Per quale motivo? Gli esperti sostengono che la causa sia la loro azione antistaminica. C’è da dire che qualsiasi prodotto che influisca sulla serotonina o sulla dopamina, in qualche modo influenza anche il rapporto che l’individuo ha con il cibo.

Aggiungiamo quindi che anche gli antistaminaci possono influenzare il peso, perché bloccano alcuni recettori H1 e H3 che aumentano l’appetito. Purtroppo anche alcuni farmaci per il diabete di tipo 2 agiscono sul peso: l’insulina tende ad aumentare il senso di fame, così come le sulfaniluree, e i glitazoni invece stimolano l’adipogenesi. In questo elenco possiamo anche aggiungere gli antipertensivi (dai diuretici al calcio antagonisti). In questa categoria, non tutti i prodotti possono essere messi in croce. Chiedete semmai al vostro medico e sappiate che i beta-bloccanti per esempio possono favorire i chili perché tendono ad aumentare il senso di stanchezza. Ne consegue che le persone si muovono meno, diventano più pigre e ovviamente consumano meno.

Infine, citiamo anche il cortisone (e tutti farmaci che lo contengono) e gli steroidi. È abbastanza noto che questo prodotto dia come effetto collaterale l’aumento di peso e soprattutto la riduzione di massa magra. Corticosteroidi sono più noti come antinfiammatori steroide e favoriscono l’aumento d’appetito e il consumo di cibo calorico.

Photo Credit| ThinkStock

[Fonte]